L'anti-Risorgimento nelle campagne senesi
Dal Viva Maria al Plebiscito


Buonconvento, Museo della Mezzadria

La mostra si propone di rappresentare, attraverso documenti originali e ricostruzioni grafiche, alcuni momenti di particolare rilievo nel lungo percorso verso l’Unità che, nelle campagne senesi, si configura come una sorta di “contro-Risorgimento”. Dopo un primo approfondimento dei moti anti-napoleonici del Viva Maria che si diffusero in Toscana tra il 1799 e il 1800 (e del quale scrive l’architetto Agostino Fantastici), attraverso le pagine del diario del parroco di Buonconvento del 1849, sarà possibile rileggere le vicende della Repubblica Toscana retta da Guerrazzi, Montanelli e Mazzoni, a cui seguì una nuova dominazione austriaca; infine, verrà approfondita, sempre in riferimento alla prospettiva del mondo contadino, la reazione al plebiscito per l’annessione al Regno di Sardegna del 1860.